Problemi muscolari al computer

Impatto dell’utilizzo dei dispositivi tecnologici sul nostro corpo

Schermi: sono ovunque.

Che si tratti di laptop, computer desktop, GPS, videogiochi, I-Pad, I-Pod, tablet o qualsiasi altra variazione, la tecnologia ha cambiato immensamente il nostro stile di vita. Insieme a questa tendenza all’aumento arrivano molte conseguenze, tra cui dolore al collo, mal di schiena, sindrome del tunnel carpale, mal di testa, affaticamento degli occhi e altri sintomi con l’uso continuato. Le modifiche alla tua postazione computer esistente possono fare un’enorme differenza nella tua vita complessiva.

Background sull’utilizzo dello schermo:

in uno studio del 2010 del New York Times, “gli adulti sono esposti a schermi – TV, telefoni cellulari, (computer), persino dispositivi GPS per circa 8,5 ore in un dato giorno, secondo uno studio pubblicato dal Council per l’eccellenza nella ricerca. Ora trascorriamo quasi la metà delle nostre ore di veglia online, al telefono o guardando la televisione secondo un sondaggio. L’adulto medio è sveglio per 15 ore e 45 minuti ogni giorno e il 45% di quel tempo viene speso utilizzando un dispositivo tecnologico, secondo uno studio canadese “.

dolore-muscolare-computer Impatto dell'utilizzo dei dispositivi tecnologici sul nostro corpo

Pericoli derivanti dall’utilizzo di un computer portatile:

molti sintomi possono svilupparsi utilizzando un computer portatile, tra cui sindrome del tunnel carpale, epicondilite (dolore al gomito), dolore al collo, alla parte centrale della schiena e alla parte bassa della schiena, mal di testa, affaticamento degli occhi, vertigini, affaticamento, ernie del disco , artrite, nervi compressi e molti altri. A causa dell’attuale configurazione e della propensione delle persone a utilizzare i propri laptop per lunghi periodi di tempo, questi sintomi e pericoli sono in aumento, aumentando le ore di lavoro perse e le richieste di risarcimento dei lavoratori. Le caratteristiche ergonomiche corrette vengono modificate per motivi di portabilità. La postura, la spaziatura della tastiera, le dimensioni dello schermo e il posizionamento limitato sono attualmente i più dannosi per un computer configurato in modo ergonomico. Sempre più persone utilizzano i laptop come computer desktop. Quando lo schermo è troppo basso, la curva del collo si appiattisce. Quando la testa va in avanti e si flette verso il basso, aumenta la pressione sui muscoli del collo e sul midollo spinale. Secondo la Mayo Clinic, “La postura della testa in avanti porta a tensione muscolare a lungo termine, ernie del disco, artrite e nervi schiacciati”.

Statistiche di vari disturbi muscoloscheletrici:

i disturbi muscoloscheletrici, inclusa la sindrome del tunnel carpale, hanno la più alta incidenza di condizioni mediche negli Stati Uniti, colpendo il 7% della popolazione. Un disturbo muscolo-scheletrico correlato al lavoro, altrimenti noto come disturbo da trauma cumulativo (CTD) o sindrome da uso eccessivo, è una lesione ai muscoli, ai tendini e / o ai nervi della parte superiore del corpo causata o aggravata da un lavoro ripetitivo. Rappresentano il 14% delle visite mediche e:

Ogni anno vengono eseguite circa 260.000 operazioni di rilascio del tunnel carpale, con il 47% dei casi considerati legati al lavoro, il 2 ° intervento più comune.

La sindrome del tunnel carpale è il problema medico n. 1 segnalato, rappresentando circa il 50% di tutti gli infortuni sul lavoro.

Attualmente, il 25% di tutti gli operatori di computer ha la sindrome del tunnel carpale, con stime che entro il 2000, il 50% dell’intera forza lavoro potrebbe essere colpito.

La sindrome del tunnel carpale provoca il maggior numero di giorni persi tra tutti gli infortuni sul lavoro. Il National Center for Health Statistics afferma che “la sindrome del tunnel carpale provoca il maggior numero di giorni persi tra tutti gli infortuni sul lavoro”. Quasi la metà dei casi di tunnel carpale si traduce in 31 giorni o più di perdita di lavoro. L’utilizzo quotidiano di computer e laptop contribuisce a gran parte delle statistiche sopra elencate e, di conseguenza, le persone cercano regolarmente cure mediche, chiropratiche e terapeutiche.

Affaticamento degli occhi del computer:

ogni giorno 140 milioni di americani trascorrono una notevole quantità di tempo utilizzando un computer al lavoro. Le cattive immagini sullo schermo di un computer possono causare uno sforzo ripetitivo di rimessa a fuoco e affaticare i muscoli oculari, portando a sintomi come visione offuscata, mal di testa o occhi secchi e irritati, nonché dolore al collo e alla schiena. Quasi il 90% di coloro che utilizzano un computer per almeno tre ore al giorno soffrono di questi sintomi, noti come affaticamento degli occhi del computer.

Postura corretta al computer:

per utilizzare correttamente un computer e / o laptop, il monitor deve essere a 20-24 “dal viso del paziente. Lo schermo deve essere posizionato all’altezza degli occhi. La sedia dell’utente deve essere posizionata in modo che i piedi dell’utente siano ben saldi. il pavimento, con un angolo di 90 gradi delle ginocchia. Anche le braccia dovrebbero essere piegate di 90 gradi, con gli avambracci paralleli al pavimento, con i gomiti comodamente appoggiati al tuo fianco. Un buon supporto lombare o per la schiena e una sedia ergonomica adeguata miglioreranno solo la tua postazione di lavoro. Una tastiera ergonomica in cui c’è uno spazio tra ciascuna mano e i tasti sono angolati sulla tastiera aiuterà anche a prevenire i sintomi del tunnel carpale. Frequenti pause, incluso lo stretching a intervalli di 30-45 minuti contribuiranno ad aumentare la resistenza. Da usare il tuo laptop come un desktop, acquista una docking station, una tastiera remota e un mouse e aumenta l’altezza del laptop posizionandolo sui libri di testo.Questo farà un’enorme differenza nella prevenzione dei sintomi.

Apportando semplici modifiche allo stile di vita alla postazione computer, è possibile evitare molti problemi muscoloscheletrici e altri sintomi correlati. Se si verifica uno dei sintomi di cui sopra, contattare il medico di famiglia per una diagnosi.

Condividi con i tuoi amici e colleghi